Intervento di don Franco Cirino